Zanzariere, tutti i consigli per pulirle nel modo corretto

Zanzariere, tutti i consigli per pulirle nel modo corretto

L’avvicinarsi dell’estate è il periodo migliore per fare grandi pulizie. Spesso dimenticate, le zanzariere sono un elemento essenziale in ogni abitazione ma, per evitare che si danneggino, è necessario fare la manutenzione giusta.

Quando pulire le zanzariere

Idealmente le zanzariere andrebbero pulite ogni tre mesi ma, con una pulizia profonda, sarà sufficiente anche due volte all’anno e in particolare dopo la stagione invernale. Le zanzariere sono infatti esposte a diverse condizioni atmosferiche che possono comprometterne l’integrità e per questo una routine regolare di pulizia ne garantisce la massima efficacia.

Come pulire le zanzariere

Per pulire le zanzariere senza smontarle è fondamentale essere delicati. Il primo step sarà quello di rimuovere la polvere con un’aspirapolvere con accessorio a spazzola, procedendo dall’alto verso il basso su entrambi i lati. Si sconsiglia sempre l’utilizzo di detergenti chimici mentre è consigliabile il pulitore a vapore che penetra nelle maglie della rete. Nel caso in cui ci sia la presenza di sporco ostinato si potrà preparare una soluzione di acqua e sapone liquido neutro utilizzandola con una spugnetta non abrasiva per pulire la rete e il telaio della zanzariera.

Pulire i diversi tipi di zanzariere

  • Zanzariere fai da te: le classiche zanzariere che si attaccano ai ganci o con il velcro. In questo caso basterà sciacquare la rete sotto l’acqua corrente e poi lasciarla a bagno con il sapone di Marsiglia. Successivamente andrà sciacquata e poi messa ad asciugare.
  • Zanzariere con telaio removibile: si puliscono molto facilmente togliendo prima le impurità e poi passando un panno umido.
  • Zanzariere a rullo: fisse e non smontabili. Per prima cosa bisognerà rimuovere polvere e sporco accumulato usando una spazzolina o un pennello per poi utilizzare un panno in microfibra umido strofinando delicatamente per rimuovere lo sporco.
  • Zanzariere plissettate: note anche come zanzariere a fisarmonica. La pulizia in questo caso è quella classica ma con una particolare attenzione alle guide a terra. In questo caso, per rimuovere lo sporco, sarà utile un pennello per arrivare anche nelle zone più difficili da raggiungere.

Manutenzione del telaio

Il telaio delle zanzariere (in genere di alluminio, riciclabile, leggero e resistente) può essere pulito al meglio utilizzando un detergente per lo sporco ostinato passandolo dall’alto verso il basso con un panno umido (immerso in una soluzione di acqua e sapone neutro e strizzato). Per macchie difficili o sporco incrostato si può usare un po’ di sgrassatore, se non basta il sapone di Marsiglia, e poi sciacquare.

Share This

Copy Link to Clipboard

Copy